Thilo Graf Rothkirch, Piet De Rycker
Germania
2001
versione italiana
78'
Edizione 2015
Castellinaria

PIUMA, IL PICCOLO ORSETTO POLARE

L’orsetto polare Piuma vive sulla banchisa polare insieme alla famiglia e a tanti amici, imparando sempre cose nuove e riuscendo a poco a poco a vincere le sue paure, grazie soprattutto all’aiuto e all’amore degli altri. Il lungometraggio comprende tre storie concatenate: Nella prima Piuma fa amicizia con un cucciolo di foca dopo che questi gli ha salvato la vita. Al piccolo orso non interessa che il suo nuovo amico sia diverso da lui né che la loro amicizia sia una cosa proibita fra gli orsi in quanto "non è una cosa naturale.

Nella seconda parte, Piuma si trova a vagare per l’oceano in seguito al distaccamento di un iceberg, sopra il quale si era appisolato: il suo viaggio lo porta alla deriva fino ai mari caldi dei tropici, dove scopre un paesaggio e una fauna del tutto diversi da quelli del Polo. Lì si farà dei nuovi amici, che in una gara di solidarietà lo proteggeranno e lo aiuteranno a tornare presto a casa. Nella terza parte, seguiamo Piuma nella lotta contro la "nave nera", un essere mostruoso che, comparso all’improvviso, avanza fra le acque rompendo i ghiacci e inghiottendo al suo interno tutti i pesci del mare. Il mostro priva così del loro nutrimento quotidiano sia gli umani (la tribù della giovane esquimese che viene in contatto con Piuma) sia gli animali, e mette a dura prova l’equilibrio creatosi fra gli abitanti della banchisa. Solo con una buona dose di coraggio e la cooperazione di tutti il nemico verrà sconfitto, e la vita potrà ricominciare a scorrere lieta e serena come prima.

Torna su