Isabelle Carré, Vincent Lindon, Roméo Botzaris, Nicolas Briançon, Alicia Dejmai

L'AEREO

Charlie vive in una casa in montagna con la madre e il padre che è spesso assente perché ingegnere e pilota. Charlie vorrebbe una bicicletta come regalo per Natale. Il padre gli porta invece un bel modello di aereo che sembra divenire animato di vita propria nel momento in cui il genitore muore in seguito a un incidente. Xavier, collega del padre, esamina il modello che sembra davvero avere un rapporto speciale con Charlie. Il bambino non vuole però che l'aereo venga “studiato”. Lo vuole per sé e grazie anche all'amicizia con la vicina Mercedes, riesce così a recuperare sul piano psicologico il trauma causato dalla morte del genitore.

il regista

 

Cédric Kahn (1966) ha esordito nel 1990 con Les dernières heures du millénaire e successivamente ha diretto Bar des rails (1992), Trop de Bonnheur (1994), Premio della Gioventù al Festival di Cannes, Culpabilité zéro (1996), La noia (1998), da un romanzo del nostro Moravia. Kahn ha inoltre partecipato alla sceneggiatura di Le persone normali non hanno niente di eccezionale (1993) di Laurence Ferreira Barbosa. Ha inoltre realizzato l'episodio Bonheur per la serie tv Tous les garçons et les filles de leur âge. (1994). Nel 2001 è uscito Roberto Succo, thriller biografico.

Torna su