Liron Levo, Tomer Ruso, Uri Ran Klauzner, Yoram Attab, Guy Amir, Julian Merr, Ran Kauchinsky, Kobi Livne, Liat Glick Levo

KIPPUR

A ventisette anni di distanza, Amos Gitai rievoca un drammatico episodio che lo vide, allora ventitreenne, protagonista e testimone della guerra del Kippur. Weinraub e Rousso, due giovani israeliani, sono arruolati in una squadra di soccorso aeronautico durante il conflitto arabo-israeliano che scoppia il 6 ottobre del 1973, festività ebraica dello Yom Kippur. Siria ed Egitto attaccano a sorpresa i territori israeliani, occupando l’altipiano del Golan e il Sinai. Durante il tragitto che dovrebbe ricongiungerli alla propria unità, i due militari rimangono coinvolti in uno scontro e presi sotto il fuoco nemico: è il caos. Costretti a fuggire, si riparano presso una base militare e sono reclutati in una squadra medica di soccorso a bordo di un elicottero, che deve trasportare i feriti più gravi agli ospedali militari. La missione si presenta rischiosa e disperata.

il regista

 

Nato ad Haifa nel 1950, è il più conosciuto regista israeliano. Di formazione architetto, è però presto attirato dal cinema e nel 1974 realizza il suo primo documentario, cui ne seguono negli anni Settanta-Ottanta molti altri. Del 1989 è Berlin-Jerusalem, storia del tragitto dalla Germania a Israele di due giovani donne ebree che credono nella convivenza tra arabi e ebrei. Seguono Golem-The Spirit of Exil (1991), Devarim (1995), Yom Yom (1998), Kadosh (1999), Kippur (2000) e Eden (2001), presentato all’ultima Mostra del cinema di Venezia.

Torna su