Tizza Covi, Rainer Frimmel
Austria/Italia
2009
v.o. italiano
st. francese/tedesco
100'
Prima svizzera
Premio Ambiente e salute: qualità di vita
Edizione 2009
Castellinaria

LA PIVELLINA

Il film è ambientato alla periferia di Roma, nel quartiere di San Basilio, tra  gente precaria nella vita e nel lavoro, che alloggia in prefabbricati e trova occupazioni occasionali nel mondo dei circhi e degli spettacoli ambulanti. In questo territorio di confine viene introdotta la protagonista, una donna di mezza età che, mentre vaga per il quartiere alla ricerca del proprio cane, si imbatte in una bambina di due anni, sola e abbandonata su un’altalena. Portata a casa la piccola, che in seguito nessuno viene a cercare né reclamare, la donna decide di tenerla provvisoriamente con sé e di farle da madre. In realtà i due registi fanno della bambina una sorta di perno narrativo del film, intorno al quale viene gradualmente messa a fuoco una galleria di personaggi che, a dispetto della loro condizione di marginalità, conducono esistenze del tutto ordinarie.

Castellinaria
Torna su